CALAMITY JANE LA PRIMA DONNA PISTOLERO DELLA STORIA


 Salve gente,  eccomi di nuovo tra voi. Oggi facciamo un lungo salto all'indietro nel tempo, e cambiamo anche completamente stile. Se fino ad oggi ci siamo occupate di scienziate di vario genere oggi parleremo di un genere completamente diverso di donna.

Oggi parleremo di Calamity Jane.

Nata a Princeton, nel Missiuri, nel lontano 1852, Martha Jane Canary - Burke, vide morire la madre

poco dopo la sua nascita e questo costrinse il padre in compagnia dei fratelli e delle sorelle, della piccola, Jane, a trasferirsi a Virginia City in Nevada, che in quel momento era in pieno bum economico. Rimasta orfana anche del padre a soli 15 anni, non si diede per vinta e si  ed a soli 18 si distinse come scout per il generale Caster. Non era esattamente una signorina da scuola per giovinette. Era una donna che masticava tabacco, si scolava pinte di birra e che ad una gonna preferiva mille volte i pantaloni, anche se allora non era considerato di buon gusto. In una società di genere puritano come quella del west dell'epoca, in cui la donna rivestiva il compito sia di istitutrice e direttore della casa sia di istruttrice perle nuove leve di famiglia, i classici compiti di madre moglie, contadina e massaia, una donna che giocava d'azzardo e si ubbriacava come un uomo era qualcosa di molto poco adatto. Il suo comportamento anticonformista era visto come un aperto gesto di spregio e ribellione per l'ordinamento sociale della famiglia, in quell'epoca.

Forse proprio quello che era, ne fece un ideale, anche per l'epoca, una donna che, a detta di chi ne riferiva la leggenda, era una perfetta cavallerizza, eroina senza paura, pistolera infallibile. Sempre, o  quasi, vestita da uomo, venne spesso ritratta o con un boccale in mano o con un winchester in pugno. 

Priva di una qualsiasi preparazione scolastica o di istruzione familiare, non rinuncia a partecipare alla guerra contro gli indiani, e pare che proprio nel 1873, cavalcando contro un gruppo di indiani per salvare un capitano dell'esercito, si guadagnò il nome di Calamity uscendo dallo scontro senza nemmeno un graffio. Si unì anche alla spedizione geologica di Newton, che esplorò in lungo ed in largo le Black Hills, dove apprese il suo modo sguaiato e scurrile di parlare, guidando i carri tirati da buoi, che per essere istradati ricevevano gli ordini gridati a pieni polmoni e con esclamazioni inframmezzate da bestemmie.

Fu cuoca in alcuni bordelli, ballerina presso saloon e infermiera, soprattutto nel periodo in cui a Deadwood si diffuse una terribile  epidemia di vaiolo, in cui lei si prodigò in maniera estremamente generosa.

Nel 884 si stabilisce nel Montana dove acquista un Ranch, sposa un texano di nome Clinton Burke e da alla luce una bimba di nome Jane. Il matrimonio durò poco oltre, finendo definitivamente nel 1894. Nel 1895  Lavorò anche per il circo di Buffalo Bill, creando storie e producendo spettacoli per il Wild West Show, ricreando scene di combattimenti e di attacchi indiani. Ma anche questa esperienza durò poco, perché  si presentava sempre completamente ubriaca, e quindi pericolosa per se e per gli altri.

Si disse sempre innamorata di Billy Wild Hickok, tanto da attribuitagli la paternità di una figlia, che

avrebbe dato in adozione ad una famiglia, nel 73. ma pare che la cosa sia al quanto improbabile, visto che dai documenti che ne parlano il loro incontro risale al 1876, quando si unì alla sua brigata, e relativamente a poco prima della morte di lui, quindi non sembra probabile un loro incontro precedente al 73.

Non era bella a vedersi, trasandata, sporca, con i lineamenti nascosti da un comportamento estremamente mascolino, e qualcuno giunse a dire che era una donna di una  bruttezza unica, ma se si considera il contesto sociale in cui fu costretta a crescere e vivere non si può che comprendere come avesse adottato un comportamento del genere per  potersi inserire e proteggere in un mondo pronto ad eliminare chi si  dimostrava troppo debole. La zona in cui viveva era una zona di frontiera,  dove ancora si svolgevano scontri  con gli indiani e dove le zone abitative erano poco più che avamposti esplorativi.

Morì il 1° agosto del 1903, e venne tumulata vicino al suo grande amore Billy Wild, su una collina vicino a Deadwood.

In un mondo ricco di testosterone era una delle poche donne che poté comportarsi e vivere come le pareva, senza dover sottostare alle leggi sociali rigidamente imposte alle donne. Fu una delle poche che poté vivere liberamente, ma lo dovette fare sacrificando la sua femminilità.







Calamity Jane - Wikipedia

Calamity Jane – Infamous Deadwood | South Dakota

Calamity Jane, la prima pistolera della storia - Metropolitan Magazine

Calamity Jane (farwest.it)



Commenti

Post popolari in questo blog

KEPLER 452b IL NUOVO ESOPIANETA

Lettera ad una madre mai affrontata

gli attrezzi del fai da te