giovedì 27 dicembre 2007

arriva il capodanno

Anche questo natale è passato. portandosi via la stanchezza dei viaggi che devo fare ogni natale, la gioia di fare e ricevere una marea di regali, la felicità di rivedere le facce di coloro che ricevono i doni, che consumano il cenone tutti assieme, del rivivere i natali passati e del giocare e ridere assieme in attesa della mezzanotte.
è passato il cenone del venti quattro, il pranzo del venti cinque, il compleanno del venti sei, è passato il tempo del natale e si avvicina quello del capodanno, quindi tutti si spogliano delle vesti rosse e oro che allietano il natale, delle palle colorate, dei festoni d'oro e verdi, per avvicinarsi alle vesti eleganti e da sera, per la notte in cui tutto deve finire perché tutto continui.
quella del capodanno è un'altra notte molto particolare per me, in cui voglio, anzi pretendo se posso, di fare cose che siano assolutamente al di fuori della norma. questo perché è una notte significativa, è la notte in cui muore un anno, che sia stato buono o cattivo, che sia stato duro o facile da percorrere, in quella notte muore un anno di vita vissuta, di affanni e piaceri, di cose fatte o ancora da fare.
e sempre in quella notte rinasce un nuovo anno che è tutto una promessa, una speranza, un fragile sogno che si concretizzerà solo nel corso dei mesi.
per questo per me è così importante la notte di capodanno, perché segna un momento di cambio, di rinascita, di fine ed inizio.
spero veramente che questo anno muoia tra i migliori auspici per il nuovo anno, che un anno di tribolazioni, di sofferenze, di stanchezza, lasci il posto ad un nuovo anno di miglioramento, di energia.
non so se sarà così ma me lo auguro, e lo auguro a tutti voi che leggete il mio blog e che vi accanite a seguirmi nonostante gli sproloqui, la pesantezza e la stupidaggine di alcune pagine scritte in questo tempo.
un vero, puro augurio di cuore a che la notte della fine e del principio vi porti sono cambiamenti positivi.

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero