mercoledì 6 giugno 2007

Oggi ci sono io


Oggi ho deciso di prendermela calma, di dedicarmi a me stessa e di riposarmi. sono nervosa, perché sabato rientro al lavoro dopo tutto questo tempo di malattia e sono incerta su quello che troverò, sia come accoglienza da parte di persone che hanno manifestato quanto poco gli interessasse di me, sia per il lavoro che potrebbe essere diventato anche più pesante.
Per questo mi sono detta, mi prendo questi ultimi giorni per me e mi dedico a me stessa. quindi sono andata a farmi le unghie dall'estetista qui all'angolo, parlando per due ore di cose di donne, cosa che devo ammettere non mi succede spesso, poi un bell'impacco ai capelli, un ber bruscaggio della pelle sia di schiena che di gambe, e più tardi mi farò anche i piedi.
poi mi metterò di nuovo a lavorare a Cthulhu, lavorando ad una nuova avventura per le mie vittime che si sono divertite tanto in questa prima parte della vecchia avventura.
sono qui che mi guardo le unghie lunghe come non le ho da tempo, belle, laccate, tutte ben tenute, una cosa estremamente sciccosa e quasi riesco a non piangere sui soldi che ci ho speso sopra, quasi è...
Oggi voglio sentirmi tranquilla, in pace con me stessa, ho finito la grata per la finestra, ho insacchettato tutto l'invernale in sacchi a vuoto per l'estate, ho spazzato e passato il cencio, ho dato la pappa a io piccoli e pulito la loro sabbietta quindi anche se mi impigrisco un po, e se per oggi non ho voglia di lavare i piatti, o di fare il nuovo mobiletto posso anche perdonarmelo credo, senza dover a tutti i costi sentirmi utile ed attiva, solo per non sentirmi inutile quando mi riposo.
Guardo i mie gatti ed a volte vorrei essere una di loro, una palla pelosa in qualche casa coccolosa come la mia, dove l'unica fatica che è richiesta loro è quella di fare un poco di coccole ogni tanto alla loro affettuosa mamma.
invece sono qui che cerco di convincermi che non mi sto comportando come una pigra otre modo solo perché ho deciso di dedicarmi il pomeriggio, e che se ho voglia di dedicarmi a me stessa non sono da condannare, e se ho speso un poco di soldi solo per me non ho buttato un patrimonio inutilmente.
voi penserete che sono un poco matta e vi posso assicurare che non site poi molto distanti dalla realtà: io combatto con questo stato di cose ogni benedetto giorno, ora, minuto della mia vita, e se ogni tanto mi concedo qualche cosa i sensi di colpa mi uccidono per giorni, almeno fino a quando non ho fatto qualcosa per casa, o per il mio convivente, o per i bambini, o per la famiglia... insomma sono una povera malata di mente, diciamocelo.
Comunque, nonostante tutto, h deciso e quindi insisto nella presa di posizione, e continuo a dedicarmi solo a cose che mi piacciono senza guardare verso la cucina dove i piatti di ieri mi attendono, o verso l'angolo in cui vecchi calzoni aspettano la forbice per recuperare il recuperabile, o altri lavoretti che mi attendono: avrò tempo nei pomeriggi o nelle mattine che mi attendono per tutta l'estate quando tornerò dal lavoro.
No, per oggi sono io esisto e solo quello che mi piace conta ed ora mi vado a prendere un ghiacciolo me lo mangio mentre mi rilasso di fronte alla nuova sconfitta di luna rossa, intristita di fronte alla perdita della coppa che avevamo sperato di vincere, poi mi dedicherò alla nuova avventura o forse al ricamo non ho idea, ma oggi è così: oggi ci sono io.

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero