giovedì 7 agosto 2008

Salsa di cipolle e ritorni

è passato tento tempo da quando ho pubblicato l'ultimo post, e devo dire che la voglia di tornare a scrivere non era tanta, forse perché ancora non ho superato l'amarezza dell'evento che scrissi, forse perché il caldo di questa estate impietosa sta distruggendo poco alla volta la mia resistenza riducendomi a una povera cosa che si muove tra casa e lavoro con sempre meno forza e voglia.
però alla fine mi sono fatta forza ed eccomi di nuovo qui, a digitare frasi sconnesse ed a volte incoerenti per il pubblico fruitore delle mie pagine.
e siccome non ho altre novità da portare alla pubblica conoscenza, ecco che ho deciso di immettere su queste pagine anche cose diverse dalle mie solite scempiaggini: le cose diverse sono ricette e modelli, tanto per fare qualcosa di istruttivo e anche un poco perché mi veniva da rosicare a vedere tanti altri bellissimi blog che parlano di cucina e di moda.
ecco quindi che oggi inauguriamo il nuovo ciclo di etichette con una ricetta particolare.
partiamo dalla storia.alcuni giorni fa una mia amica si è comprata le ricette per il suo nintendo ds ed io girando tra queste strane e divertenti induzioni alla cucina complessa ( per chi di cucina non mastica gran che visto che ti spiegano anche come lessare una patata) mi sono imbattuta in una ricetta per una salsa di cipolle da mettere sulle patate lesse che mi ha incuriosito, ho provato ma che nella sua versione base non mi ha convinto molto e che quindi ho opportuna,mente modificato per rendere molto più interessante e che quindi ora vi ridò in modo che possiate provarla e goderne con me.

prendete delle cipolle rosse, che hanno un sapore più forte e adatto a una salsa, il mio consiglio è una cipolla piccola a testa o se vi piace molto una cipolla grossa a testa, anche se io ne metto anche due o tre.
pulitele e trituratele abbastanza finemente, quindi ponete in un tegame ( io consiglio se lo avete di coccio, che è splendido per le salse, altrimenti...) con un bicchierone abbondante di aceto, rosso possibilmente per il sapore più forte e migliore che da al composto.
fate bollire fino alla completa evaporazione dell'aceto quindi continuate a far bollire aggiungendo acqua di volta in volta. la bollitura, a fuoco moderato, andrà portata avanti fino al momento in cui le cipolle non risulteranno spappate.
quando aggiungete il primo bicchiere di acqua mettete nel composto anche un grosso cucchiaio di senape, se possibile scegliete quella di Digione con i semi che è migliore, altrimenti quella che volete, della salsa worcester (http://it.wikipedia.org/wiki/Salsa_Worcester) e se vi piace del piccante un poco di peperoncino.
assaggiate: il sapore deve essere forte perché poi andrà diluito son delicato della patata lessa, quindi non vi spaventate. vedete solo che sia giusto di sale e di gusto. se vedete che ancora la cipolla è poco saporita potete rinforzarla con altra senape o potete anche usare una salsa particolare che vendono all'IKEA e che si chiama GRAVSLAXSAS (http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/20028890) loro la consigliano per il salmone ma vi assicuro che è adatta per molti altri piatti, compresa questa salsa un poco particolare,
continuate a mescolare attenti che non attacchi e mantenendo la salsa morbida, non troppo acquosa ne troppo densa.
quando vedrete che la cipolla è abbastanza sciolta spegnete il fuoco e fate freddare nel tegame. la salsa è pronta. va servita su patate lesse tagliate a fette e vi assicuro che ha il suo fascino nordico.
spero vi piaccia, a me viene fame anche mentre la scrivo.
chiudo

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero