venerdì 24 luglio 2015

UN IMPEGNO CHE DURA UNA VITA, UN DONO CHE DURA UNA VITA

Di solito si affronta questo discorso in estate, ma secondo me è un discorso che è purtroppo valido in qualunque stagione, perché le persone così esistono in qualunque stagione dell'anno. stiamo parlando di chi abbandona gli animali, che lo faccia per le vacanza, per un trasloco, per problemi legati ad una gravidanza, ad una allergia non considerata od a qualche altro problema.
sempre di abbandono si tratta e sempre di un atto delinquenziale si tratta.
 
per fare un passo come quello di prendere un animale in casa, si dovrebbe essere molto sicuri di quello che si vuole fare e dell'impegno che si deve affrontare facendolo. perché un animale non è un oggetto da esposizione, non è una statuina che farà bella mostra di se fermo in un angolo della casa. un animale, sarà prima un cucciolo, poi un adulto ed in fine un animale anziano.
 
un cucciolo sarà un animale pieno di energie e di interessi, che andrà ad infilarsi in qualsiasi buco lascerete aperto in giro per casa, che si tratti di una stanza o di un armadio, di un cassetto o della lavatrice. sarà curioso di ogni cosa, assalirà qualsiasi cosa che si muova e si avventerà su qualsiasi cosa che possa essere per lui un gioco. se si tratta di un gattino potrebbe dover imparare a fare i propri bisogni nella sabbietta, perché anche se impara facilmente, non nasce già imparato. se è un cane magari dovrà imparare a regolare i propri impulsi in base agli orari e le prime volte potrebbe urinare spesso sul pavimento sia per l'eccitazione, sia perché non ha ancora imparato a tenerla fino alla passeggiata. se lasciate fili in giro, potreste ritrovarli in bocca al cucciolo, se lascerete il giro calzini, o vestiario, potreste trovarli nella cuccia del cane sbavati e strappicchiati, o pisciacchiati dal gattino che sta ancora capendo dove fare i propri bisogni, o perché vuole darvi qualche messaggio.
essendo cuccioli, avranno bisogno di giochi, di cucce, anche se il gatto preferirà sempre e comunque il vostro letto a qualsiasi cuccia (il cane pure ma è più educabile).
comunque prendendo un cucciolo ricordatevi che ci vorranno una ciotola per la pappa ed una per l'acqua, preferibilmente se in metallo che sono meglio pulibili. io ne ho prese il doppio così una la lavo e una la uso. dovrete prendere un bagnetto nel caso di gattino, con sabbietta a vostra scelta, ma ricordate che deve essere di suo gradimento, perché se alle sue zampine la sabbietta non è adatta, rischiate che vi faccia la pipì a giro invece che nel posto deputato, quindi prestate attenzione alle sue preferenze.
in qualsiasi caso dovrete munirvi di trasportino per poterlo portare dal veterinario, perché quando è piccolo anche un cane è meglio farlo viaggiare in trasportino fin dal veterinario. e poi ci saranno i giochini, i guinzagli per il cane, i giochi tipo albero per i gatti.
e la cosa più importante di tutte. informatevi da chi ha animali della zona, e cercate di capire quale è il veterinario che risulta più affidabile. la scelta del medico per loro è importante come la scelta del nostro, non basta che sia vicino a casa, o che sia economico. deve essere bravo e comprensivo. e competente.
questi primi tempi sono i migliori, quelli in cui abbiamo un piccolo coso peloso, sgraziato, pieno di vita, ma che si addormenta in due decimi di secondo nelle posizioni più assurde. un piccolo clown che gira per casa e ci farà passare ore di divertimento solo a guardarne le esplorazioni. ma sarà anche un periodo molto dispendioso, perché ci saranno le prime vaccinazioni, la sverminazione, il cip per l'identificazione, possibili infezioni che sono facili nei cuccioli, la castrazione al raggiungimento dei 6 mesi, 1 anno, sempre che non si tratti di un animale di particolare pregio ce si voglia far accoppiare.
e qui siamo ancora nel primo anno di vita. quindi siate particolarmente convinti di quello che fate. se però lo decidete, ne avrete in cambio un amore infinito, e sarà bellissimo addormentarsi sentendo il piccolo bolo di pelo accoccolato vicino alla vostra testa che emette le sue fusa calde e amorevoli per farvi addormentare sicuri della sua presenza, o il botolo che si sarà addormentato al fianco del vostro letto per starvi vicino sempre. vedrete i suoi occhi che vi guarderanno adoranti, e sarete costretti a subire continui assalti di coccole ed a tenere un cucciolo caldo sulle ginocchia ogni volta che vi metterete a sedere. e soprattutto se siete delle persone single, non sarete mai più soli, perché loro ci saranno sempre per voi. se invece avete dei bambini sappiate che state facendo il loro bene perché dei bambini che crescono con degli animali, sono bambini più responsabili più equilibrati, con una maggiore capacità di esprimere i propri sentimenti, e soprattutto più sani, perché i cuccioli rafforzano le difese immunitarie dei bambini, e questo non secondo me ma secondo studi clinici fatti da centri medici specializzati.
però sappiate che i cuccioli crescono, e che presto, nell'arco d uno o due anni, vi ritroverete con un cane o un gatto adulto, che avrà dei bisogni e delle abitudini differenti dal cucciolo che avevate prima.
 
un animale adulto avrà bisogno di un certo tipo di nutrimento, di passeggiate giornaliere se si tratta di un cane, di essere accudito giornalmente se si tratta di un gatto che non deve rimanere tutto il giorno ignorato. ci saranno spese nuove da sostenere, nuove vaccinazioni, collari antipulci e lavaggi periodici, nuovi collari e pappe dedicate se dovessero avere nuovi problemi di salute. il gatto adulto è più pigro e tranquillo del cucciolo, quindi sarà forse meno di compagnia, ma altrettanto affettuoso, mentre il cane adulto sarà anche più faticoso del cucciolo, avrà bisogno di passeggiate più lunghe di più tempo passato all'aperto, e richiederà più spesso la vostra attenzione e la vostra presenza durante la giornata. si tratta sempre di un essere vivente che ha bisogno di interazione e di comunicazione, anche se in una lingua che alla fine si instaura solo tra animale e padrone. e sarà una lingua fatta anche di capocciate e di coccole, di grattatine di orecchie e di leccatine sulle mani. insomma una comunicazione fatta anche di amore di fiducia, soprattutto di fiducia.
perché dovete ricordare una cosa, sempre e comunque. dal momento in cui è entrato in casa vostra ed ha capito che voi siete il padre, padrone,cuoco, gioco, il vostro animale ha deciso anche che siete la persona a cui affidare la propria vita, e di voi si fiderà completamente sempre, sia quando lo porterete a fare una passeggiate, e lo lascerete correre lontano, perché lui sa che quando tornerà vi troverà li ad attenderlo, che quando lo portate dal veterinario che gli farà qualcosa di doloroso che loro si faranno fare perché siete voi che lo volete. questa fiducia è così profonda che si lasceranno anche lasciare per strada se farete una cosa così abominevole.
 
ed alla fine il vostro compagno invecchierà. non sarà più così partecipe nei giochi, o così reattivo quando lo chiamerete, avrà dei gusti sempre più difficili con il cibo e sarà lamentoso e dolorante probabilmente. il cane avrà poca voglia di uscire perché potrebbe sviluppare dolori alle zampe posteriori, ed il gatto farà più fatica a muoversi da un posticino caldo all'altro, per lo stesso motivo. purtroppo anche loro soffrono di artrite e reumatismi come noi e come noi ne subiscono dolori ed impedimenti.
e non solo. come noi potrebbero soffrire di malattie della vecchiaia. e quindi potrebbero avere problemi di perdita di memoria, di demenza senile. ci sono gatti che se sveglieranno di notte e andranno alla sabbietta, ma magari non la troveranno e faranno la pipì in luoghi che non dovrebbero ricevere questo trattamento, o che una volta fatta si troveranno persi nel loro solito appartamento e vi chiameranno disperati perché si sentiranno persi e soli. o cani che non saranno sicuri di se stessi e della casa in cui si trovano e che quindi vi terranno svegli tutta notte abbaiando i semplicemente perché vogliono che stiate con loro  perché gli si potrebbe alterare il ritmo sonno veglia.
il pelo si rovinerà perdendo la morbida lucentezza della giovinezza. gli occhi si spegneranno un po' diventando liquidi e scoloriti come quelli dei vecchi. ma loro sono vecchi anche se hanno solo 15, 17 o 20 anni. loro sono molto vecchi, pieni di acciacchi e di paure ed avranno bisogno più che mai del vostro amore e delle vostre attenzioni, perché si sentiranno spaventati da quello che gli sta' succedendo non comprendendolo. il vostro vecchio compagno di giochi vi guarderà alla ricerca di consolazione, rassicurazione, amore e protezione. ma voi dovrete sempre ricordare che vi ha dato anni ed anni di felicità, di amore incondizionato, di assistenza anche nei momenti peggiori della vostra vita, senza mai chiedere nulla, senza giudicare, senza farvi notare mai le vostre mancanze e le vostre pecche. voi per lui siete stato, siete e sarete l'essere più perfetto di questo mondo.
 
ed alla fine arriverà il dolore. c'è chi non vuole animali per non provare quel dolore, e chi non ne vuole più per non provarlo un'altra volta, ma è un dolore con cui si deve convivere, è un dolore naturale, come è naturale la morte. la morte arriva per tutti, e tutti devono passare per la morte di una persona cara. la morte di un compagno animale non è differente. perché anche se è giunto alla naturale fine della vita ci mancherà comunque sempre la sua vicinanza, la sua silenziosa presenza, il suo amore, il suo sguardo complice, o corrucciato. e sarà dura superare quel dolore, ma alla fine come ogni dolore, si metterà in un angolo, e tornerà a fare male solo quando il pensiero tornerà su di lui, senza riempire ogni momento della giornata. sarà uno degli altri dolori della nostra vita, uno di quelli belli però, uno di quei dolori in cui le lacrime si uniranno ai sorrisi pensando ai momenti belli che avete passato.  ed è un dolore che non vi deve far dimenticare che è bello continuare ad amare, ma che vi deve spingere a riversare su un altro compagnio il vostro amore per poter ricordare il vecchio, in tante cose del nuovo.
 
tutto questo vuol dire avere un animale. tutto questo è l'impegno che vi prendete nel momento in cui vedendo quella palletta di pelo che vi scodinzola dalla vetrina o dalla gabbia pensate di prendere un cucciolo. ed è un impegno che dura un'intera vita. la loro. ed è una vita che se siete fortunati è molto lunga, perché i cani possono arrivare anche ai 17, 18 anni, mentre ci sono gatti che superano i 21.
 
sarà un impegno che potrebbe diventare anche più difficile di così. perché se dovesse ammalarsi nell'arco della vita, potreste trovarvi a dover combattere con la malattia del vostro compagno, ed a spendere molto per assisterlo e farlo guarire. ma anche quello rientra nell'impegno. perché come non abbandonereste vostra madre, vostra sorella, o un vostro amico, in mezzo alla strada se si ammala, nello stesso modo non potete abbandonare in un canile o gattile, o peggio in mezzo alla strada il vostro amico animale solo perché si ammala. questo anche solo perché fino a quel momento lui vi ha dato amore ed affetto incondizionato, ed ora si affida completamente a voi, perché non capisce cosa gli stia succedendo e non può combattere una battaglia che non capisce.
 
se ve la sentirete, di affrontare tutto questo, il premio chi vi aspetterà sarà immenso.  perché avrete un essere che si voterà completamente a voi, ed al vostro affetto. qualcuno che da voi si farà fare qualsiasi cosa e che vi sarà sempre vicino, che quando sarete triste cercherà di consolarvi e che quando sarete allegro condividerà con voi la gioia, che si occuperà dei vostri figli con affetto e con pazienza. qualcuno che vi vedrà per sempre come un essere perfetto, l'unico che vi vedrà per sempre come un essere perfetto, nonostante i problemi, i guai, i fallimenti e le perdite che potreste incontrare nella vostra vita.
se ve la sentite voi farete comunque uno sforzo minimo in confronto a quello che otterrete.

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero