lunedì 16 giugno 2014

COSA NON FAREI PER IL TUO AMORE

sono tante le cose che non farei solo perché ti amo
non ti sposerei, perché se dopo diciassette anni servisse un certificato qualunque per confermarti il mio amore forse non sarebbe vero l'amore che proviamo l'uno per l'altra.
se dovessi avere dei problemi gravi non ti compiangerei, perché non si combatte quando ci si piange addosso, quinti ti pungolerei, ti spingerei ma non ti permetterei di vivere dell mia comprensione.
non ti guarderei invecchiare, perché preferisco che la vecchiaia ci colga giovani ed uniti, così che di giorno in giorno guardandoci negli occhi non si veda il tempo che passa sul volto del'uno o dell'altro.
non ti prenderei sul serio, perché solo giocando tra di noi e prendendoci costantemente in giro come facciamo affrontiamo la cattiveria che impera nel mondo, nel momento in cui dovessimo prenderci seriamente saremmo perduti in un mare di superficiali.
non ti farei diventare il mio unico pensiero, perché viviamo in un mondo in costante movimento e dobbiamo essere presenti a ciò che ci circonda per essere presenti l'uno per l'altra quindi utili l'uno all'altra in qualunque circostanza.
non ti spingerei mai a fare delle scelte per la tua vita, perché per quanto tu sia il mio amore più grande la tua vita è tua e devi giocartela da solo. io posso solo esserti a fianco ed aiutarti quando hai problemi ma le decisioni nella tua vita le devi prendere solo tu.
non ti farei trovare la strada già aperta, perché solo lottando per aprirsi la propria strada ci si sente vivi e costantemente in gioco, e non vorrei mai vederti afflosciare su te stesso per mancanza di stimoli.
non smetterei mai di prenderti in giro, perché quando lo faccio ti derido anche crudelmente, forse, ma sai che Lo faccio con un amore tale che in realtà è una lusinga, e nello stesso tempo ti rafforzo contro chi lo fa con crudeltà, perché se siamo i primi a non prenderci veramente sul serio nessun altro può ferirci.
e sopratutto se un giorno lontano tu stessi su di un letto in preda alla sofferenza o all'incapacità e non potessi  guarire mai più nonostante anni in attesa di fronte a te, allora non ti lascerei vivere, perché so che non vorresti mai continuare a vivere senza la possibilità di gestire la tua vita, senza l'autonomia del tuo corpo o in preda ad una agonia tale da farti odiare la vita. e so che faresti o stesso per me.


buon diciassettesimo anniversario amore della mia vita, anche se con un giorno di ritardo.

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero