lunedì 19 dicembre 2011

NATALE PER TUTTI

il natale è alle porte oramai, mancano veramente una manciata di giorni.



non è stata una annata facile per nessuno: c'è chi ha dovuto convivere per tutto l'anno con i terrore di non arrivare alla fine del mese con lo stipendio, chi invece ha continuamente temuto di vederlo sfumare quello stipendio. chi ha dovuto combattere con un corpo che non vuole funzionare e chi ha perso dei cari o ha dovuto assisterli in momenti particolarmente difficili.



un anno che ha segnato praticamente tutti, mettendo alla prova la nostra resistenza, minando a volte la voglia di andare avanti, facendoci dubitare di noi stessi e delle nostre capacità, rendendoci irascibili e cattivi. un anno che ha dato solo il via ad una lunga scia di problemi che ci aspettano, una lunga sequela di prove e di sforzi che ci troveremo ad affrontare e che ci verrà richiesto di superare, pena la perdita di tutto quello per cui combattiamo giornalmente, sia esso un posto di lavoro che la capacità di continuare a muoversi con le proprie forze senza dipendere da altri.



non è stato un bell'anno ed è inutile illuderci che il 'prossimo sarà migliore, perché non è vero.

però si sta avvicinando il natale.
lo so che è solo una festa commerciale, che, specie per chi come me non crede, è una festa senza nessun significato oramai, a meno di non venerare una qualche divinità pagana.però io non posso fare a meno di amare questo periodo, questa atmosfera che sento aleggiare attorno a me e che mi rende felice, mi riempie di gioia nonostante il dolore, nonostante gli impedimenti, questa sensazione di festa che mi si accende nel cuore e negli occhi ogni volta che vedo un albero decorato, una finestra illuminata dalle stelline, ogni volta che sento una canzone di natale.

lui mi prende in giro, perché non sente nulla di tutto questo ma io non posso che attendere in ansia la sera del 24 quando mangeremo tutti assieme, ridendo e scherzando tra di noi, bevendo magari un po più del dovuto, quando giocheremo e ci divertiremo con cose assurde fino alla fatidica ora della mezzanotte quando accenderemo qualche fuoco d'artificio nel cielo e poi apriremo i regali che ci saremo fatti, regali piccoli, senza magari un grande valore, perché le ristrettezze questo anno tagliano le gambe a tutti, anche agli entusiasti, ma regali fatti con il cuore, regali sentiti e dati con una gioia maggiore di quella provata nel riceverne.

regali a volte fatti con le nostre mani, regali che magari hanno un valore solo tra di noi, perché hanno un significato solo all'interno della famiglia, ma che proprio per questo diventano mille volte più preziosi.


ed allora io questo vi auguro di sentire dentro di voi questo spirito che vi fa sentire felici di quello che avete, sia esso poco o tanto, perché è vostro ed avete combattuto per averlo, vi auguro di avere un sentimento che vi riempia la vita e vi faccia sentire la donna o l'uomo migliore al mondo solo perché avete quella scintilla preziosa che vi riscalda il cuore, vi auguro di avere un caldo nido in famiglia in cui rifugiarvi per lisciarvi le penne e leccarvi le ferite perché solo li ci si sente veramente protetti e si può abbassare la guardia.

vi auguro un breve ma intenso momento di pausa dal mondo per questo breve periodo che ci fa sentire tutti un poco bambini ed un poco anziani.


vi auguro insomma un buon natale.

a tutti

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero