lunedì 19 dicembre 2011

NATALE PER TUTTI

il natale è alle porte oramai, mancano veramente una manciata di giorni.



non è stata una annata facile per nessuno: c'è chi ha dovuto convivere per tutto l'anno con i terrore di non arrivare alla fine del mese con lo stipendio, chi invece ha continuamente temuto di vederlo sfumare quello stipendio. chi ha dovuto combattere con un corpo che non vuole funzionare e chi ha perso dei cari o ha dovuto assisterli in momenti particolarmente difficili.



un anno che ha segnato praticamente tutti, mettendo alla prova la nostra resistenza, minando a volte la voglia di andare avanti, facendoci dubitare di noi stessi e delle nostre capacità, rendendoci irascibili e cattivi. un anno che ha dato solo il via ad una lunga scia di problemi che ci aspettano, una lunga sequela di prove e di sforzi che ci troveremo ad affrontare e che ci verrà richiesto di superare, pena la perdita di tutto quello per cui combattiamo giornalmente, sia esso un posto di lavoro che la capacità di continuare a muoversi con le proprie forze senza dipendere da altri.



non è stato un bell'anno ed è inutile illuderci che il 'prossimo sarà migliore, perché non è vero.

però si sta avvicinando il natale.
lo so che è solo una festa commerciale, che, specie per chi come me non crede, è una festa senza nessun significato oramai, a meno di non venerare una qualche divinità pagana.però io non posso fare a meno di amare questo periodo, questa atmosfera che sento aleggiare attorno a me e che mi rende felice, mi riempie di gioia nonostante il dolore, nonostante gli impedimenti, questa sensazione di festa che mi si accende nel cuore e negli occhi ogni volta che vedo un albero decorato, una finestra illuminata dalle stelline, ogni volta che sento una canzone di natale.

lui mi prende in giro, perché non sente nulla di tutto questo ma io non posso che attendere in ansia la sera del 24 quando mangeremo tutti assieme, ridendo e scherzando tra di noi, bevendo magari un po più del dovuto, quando giocheremo e ci divertiremo con cose assurde fino alla fatidica ora della mezzanotte quando accenderemo qualche fuoco d'artificio nel cielo e poi apriremo i regali che ci saremo fatti, regali piccoli, senza magari un grande valore, perché le ristrettezze questo anno tagliano le gambe a tutti, anche agli entusiasti, ma regali fatti con il cuore, regali sentiti e dati con una gioia maggiore di quella provata nel riceverne.

regali a volte fatti con le nostre mani, regali che magari hanno un valore solo tra di noi, perché hanno un significato solo all'interno della famiglia, ma che proprio per questo diventano mille volte più preziosi.


ed allora io questo vi auguro di sentire dentro di voi questo spirito che vi fa sentire felici di quello che avete, sia esso poco o tanto, perché è vostro ed avete combattuto per averlo, vi auguro di avere un sentimento che vi riempia la vita e vi faccia sentire la donna o l'uomo migliore al mondo solo perché avete quella scintilla preziosa che vi riscalda il cuore, vi auguro di avere un caldo nido in famiglia in cui rifugiarvi per lisciarvi le penne e leccarvi le ferite perché solo li ci si sente veramente protetti e si può abbassare la guardia.

vi auguro un breve ma intenso momento di pausa dal mondo per questo breve periodo che ci fa sentire tutti un poco bambini ed un poco anziani.


vi auguro insomma un buon natale.

a tutti

lunedì 12 dicembre 2011

FILETTO ALLE VERDURINE CON CONTORNO DI PURE' E CIPOLLINE IN AGRO DOLCE

bene giovani, preparatevi perché oggi la ricetta che vi do è particolarmente complessa anche se non difficile, lunga e ingarbugliata, quindi pronte.
gli ingredienti sono:
una carota, una gamba di sedano, una cipolla, del dado in polvere, filetto di manzo, cipolline meglio se borretane ma vanno bene anche quelle bianche, aceto balsamico, zucchero, olio, burro, patate, grana grattugiato, latte, una bacca di ginepro, noce moscata, rosmarino un chiodo di garofano, pepe macinato fresco.
prendete il filetto e mettetelo in una ciotola con olio, sale, una gemma di ginepro schiacciata, pepe macinato fresco, una spruzzata di noce moscata, rosmarino. lasciatelo a marinare mescolando ogni tanto per un paio di ore almeno (sempre se possibile, se no almeno una buona mezzora siate gentili) in modo che i succhi passino da uno all'altro. mentre aspettate potete mettetevi a tritare finemente una cipolla una carota ed una gamba di sedano riponendo il trito in una ciotola.

quando siete pronte per cucinare cominciamo facendo due cose:
prendete una pentola in metallo (da forno) e poneteci le fette del filetto lasciando l'olio nella ciotola, quindi infornate.
come seconda cosa mettete in una padella il trito, una noce di burro, un po di dado in polvere e mettete su fuoco vivo, aggiungete l'olio che era rimasto nella ciotola con tutto in sapore di carne che c'era e far andare fin che la cipolla non appare leggermente brunita, quindi aggiungere dell'acqua, poca poca alla volta, e farla evaporare di volta in volta in modo da far rimanere il sugo ristretto.
nel frattempo mi raccomando, non dimenticatevi di guardare la carne e di girarla ogni tanto in modo che cuocia bene da ambo le parti.
quando la carne sarà cotta dovrebbe essere a buon punto anche il trito. a questo punto spegnete il forno, tirate fuori la pentola con la carne e mettete la carne in una ciotola ed il sugo che ne è venuto fuori nel trito continuando a cuocerlo perché continui a restringere.
mentre fate tutto que
sto pelate qualche patata e mettetela a bollire fino a che non sono cotte e morbide. ve lo avevo detto che era ingarbugliato il tutto, non vi lamentate.
quando vi sembra che le verdure del trito siano sufficientemente cotte e morbide toglietele dal fuoco e passatele con un setaccio aiutandovi con una forchetta per far passare tutta la polpa schiacciandola in modo che il sugo sia solido e compatto quindi far riposare in modo che la parte grassa venga in superficie perché alla fine quella parte grassa si potrà aggiungere alla carne.
quando avrete fatto questo controllate le patate, probabilmente non saranno ancora pronte, quindi nel frattempo in una ciotola mettete un pizzico di sale, della noce moscata, del parmigiano, abbondante, ed un poco di latte e mescolate tutto perché risulti una crema liquida e ben amalgamata. a questo punto le patate dovrebbero essere pronte quindi passatele nella ciotola con la crema e mescolate tutto accuratamente facendo una dose di purè non troppo grande.
in un'altra padellina mettete una noce di burro e le cipolline a rosolare, poi quando sono rosolate aggiungiete dell'aceto balsamico, una dose doppia di acqua e un cucchiaio di zucchero poi lasciate andare a fuoco basso fino a che non sia evaporato tutto e sia rimasto un fondo di sugo e le cipolle siano ammorbidite: se vi sembra che non siano ancora morbide potete aggiungere altra acqua e continuare a far cuocere.
mentre siete prese
su tre diversi fronti potete anche sedervi un momento ed aspettare che le cipolline siano cotte a buon punto.
quando i contorni sono pronti possiamo ricominciare con la carne. riprendete la pentola di prima quella grossa con cui avete cotto la carne, e mettetela sul fuoco, quindi versateci dentro la ciotola con la carne e tutto il sugo che è uscito dalla carne mentre aspettava la seconda cottura, ed aggiungete l'olio che è venuto a galla dal passato di verdurine che avevamo fatto; fate rosolare per un poco fino a che i sughi estratti non siano evaporati e aggiungete della vodka per sgrassare un po facendola infiammare se siete capaci altrimenti facendola andare semplicemente fino a che non è evaporata tutta, quindi tutto il sugo di verdurine di prima in modo che sia tutto amalgamato e spegnete; lasciate coperta la carne in modo che riposi.
nel frattempo scegliete un piatto.
io l'ho preparato così:

ho preso un piatto quadrato, ed in un angolo ho posato il coppa-pasta in cui ho messo il purè, poi ho sistemato tre pezzettini di carne nell'angolo opposto con il loro sughino posato sopra. ai due angoli opposti posare un paio di cucchiaiate abbondanti di cipolline.
servire con una bella fetta di pane magari leggermente incroccantito con il forno.
scusate per la foto, non è proprio un gran che me ne rendo conto ma che volete, l'ho fatta al volo, poi me lo sono mangiato.
buon appetito ragazze, ve lo siete meritato.


venerdì 9 dicembre 2011

UN POST ISPIRATO DAL DI FUORI

bene, eccomi a fare qualcosa che non faccio quasi mai: rispondo ad un commento. sapete che non rispondo mai ai commenti, e lo faccio perchè quelle che escono sono idee, pensieri che sono li in quel momento e poi passano, sono da cogliere, condividere o non apprezzare e passar oltre.
in questo caso invece si tratta di un commento che si è rivelato un invito. un poco una catena di sant'Antonio, ma credo che non faccia male a nessuno se risponderò con quello che posso.
cominciamo quindi:

IL POST IL CUI SUCCESSO MI HA STUPITO:
che devo dire? non so quale sia il mio post più di successo, non ho un contatore per le visite delle pagine e non sto a controllare quante visite ho ricevuto a sera. se è per questo mi stupisce che il mio ultimo post oggi ha ricevuto ben 24 visite, o che comunque il mio blog oggi abbia ricevuto 24 visite. spero sempre che quello che dico sia interessante, di valore per qualcuno, o almeno di qualche interesse.

IL MIO POST PIù POPOLARE
siamo al discorso di prima. anche se forse qui posso dire che i miei post più popolari sono quelli utili, come quelli di cucina o quelli che spiegano come fare qualcosa. spero sempre e veramente che quei post possano aiutare qualcuno a fare qualcosa in casa per se stessi e per la propria vita.

IL MIO POST PIU' CONTROVERSO
be, decidendo così, su due piedi penso che sia quello che ho scritto sulla prostituzione il post che potrebbe aver scatenato la maggior parte di sensazioni negative in molte persone, per il semplice fatto che non sempre un discorso del genere viene accettato dalla nostra cultura. però come dico all'inizio del blog in queste pagine si riversa il mio pensiero, se non piace basta cambiare pagina ed andarsene.

IL MIO POST PIU' UTILE
credo senza tema di smentita che si tratti di quello in cui insegno a cambiare una ruota. sono veramente troppe le persone che non conoscono a sufficienza la propria macchina e se questo ha permesso a qualcuno di non chiamare il carro attrezzi almeno una volta mi sento già estremamente soddisfatta.

IL MIO POST CHE NON HA AVUTO L'ATTENZIONE CHE MERITAVA
che devo dire? non lo so proprio. i miei post sono spesso e volentieri così personali da dubitare a volte che qualcuno abbia veramente voglia di leggerlo, quindi anche se una persona lo fa mi sembra già una bella cosa, quindi penso proprio che qualunque post sia stato anche spesso sopravvalutato.

IL MIO POST PIU' BELLO
credo sia quello dedicato al mio anniversario con mio "marito". li ho messo il mio amore per lui e quand si mette il proprio amore in qualcosa viene sempre molto bello a mio avviso.
quello poi è per me il mio modo di dirgli quanto lo ami ancora dopo quindici anni di unione e credo lui lo abbia gradito molto.

IL POST DI CUI VADO PIU' FIERA
che devo dire? sono orgoglosa di tutti i blog utili, come dicevo prima, quelli di cucina e quelli per spiegare le cose. ne sono orgogliosa personalmente, perchè sono sempre stata conrtenta di sape fare le cose da sola, e ne sono orgogliosa perchè penso possano essere utili quindi credo abbiano il loro significato nel mondo.

ora dovrei citare sette blog che seguo, ma io devo ammettere di seguire pochi altri blog, per la mancanza di tempo sotrattutto, comunque eccovi quelli che seguo di solito:

http://www.sottoifioridililla.com/ SOTTO I FIORI DI LILLA'
http://www.fantascienza.com/blog/blackpig/ BLACK PIGS MAIALI IN LIBERTA'
al momento non mi vIiene in mente l'altro due ma lo metterò sul sito appena mi ricorso l' indirizzo(fede ho perso il tuo, da quando mi hanno cambiato google e il blog)
un bacio e divertitevi.


17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero