venerdì 16 settembre 2011

di nuovo

corro da una vita. continuo a correre, più o meno forte, scappo, da sempre inseguita.

c'è stato un momento in cui, fino a qualche tempo fa, in cui speravo di averlo distanziato, di essere lontana dalla sua minaccia, quasi al sicuro. e per illudemi della cosa, ho continuato a camminare senza guardarmi indietro, senza voler vedere.

ci sono stati ostacoli, problemi sempre più grossi, ma ho continuato a camminare senza voler vedere, perchè se non guardi non esiste. se tu non lo vedi lui non vede te.

poi mi sono guardata alle spalle.

era proprio li, dietro di me, quel grande vuoto, quella nera macchia che assorbe tutto, che macina energie, voglia di vivere, che tritura ogni cosa al suo passaggio, quel buco nero che con la sua infinita gravità ruba tutto e nulla ti lascia.

dovrei ricominciare a correre.

però mi stò domandando se ne ho ancora le forze, se ho di nuovo l'energia di scappare da quella forza, se sono di nuovo abbastanza forte, abbastanza...

non lo so.

corro di nuovo, quello si, e corro perchè so che c'è chi vuole che corra. so che c'è chi ha bisogno che io resista, che non mi lasci andare.

ma ci sono dei momenti che io non so se ho ancora nemmeno la voglia di scappare.

sono così stanca.

2 commenti:

Carolina Venturini ha detto...

Fermati. Fai posto alla belva che ti insegue. Non smetterà di farlo, lo sai. Falla sedere e chiedile: che vuoi? Che mi devi dire di così importante che non mi lasci in pace da anni?

Tammy ha detto...

Ciao Kikka, puoi decidere di scappare per tutta la vita o puoi decidere semplicemente di vivere.
Quarda quante meraviglie ti circondano, affina la vista e dirigi il tuo sguardo dove pochi osano fare.
Può sembrarti impossibile ma la felità si nasconde nelle piccole cose, inizia da lì e ricorda che più ti opponi alla corrente e più fatica farai. La vita è un viaggio che vale la pena vivere, ci sono ombre e luci che solo tu puoi decidere di esplore.
Non si è soli se non lo si vuole.
Pura Vida e buon viaggio.

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero