venerdì 8 aprile 2011

Ritorno sofferto

rieccomi. ne è passato parecchio di tempo dall'ultima volta che ci siamo sentiti e me ne dolgo profondamente, specie per coloro che fedelmente leggono tutte le varie castronerie che mi ostino a scrivere su questo blog. vi chiedo scusa, veramente, ma non ho trovato spesso la forza, la voglia, la spinta di rimettermi di fronte alla tastiera e di comunicare. ho poca voglia di comunicare in generale, tanto che vedo di rado gli amici di sempre, non frequento i social network non telefono e non mi faccio sentire.
sono un'asociale dipinta da persona civile e mi spiace per coloro che mi sono amici che devono sopportare il mio carattere mutevole e musone.
comunque, dopo le scuse, certo insufficienti e sicuramente dovute, quei pochi che resistono a seguirmi vorranno sapere cosa ho combinato nel frattempo. vi avverto che ho anche le foto ma che verranno messe sul blog solo in un secondo momento perché al momento sono a casa ed io no.
partiamo dalle basi.
avete presente la sciarpa? ebbene ne ho fatte due, di sciarpe, nel frattempo, una che vorrei tanto vendere ed una che sfoggerò alla prossima Deepcon cui parteciperò solo per il gusto di sudare e di mostrare al mondo il mio amore per questa serie di fantascienza.
e qualcuno fosse interessato all'altra me lo faccia sapere perché tanto l'amico a cui avevo chiesto di metterla in vendita su e-bay non credo che ancora abbia fatto nulla di costruttivo in tal senso.
poi che ho fatto? be ne ho fatte parecchie di cose: ho fatto due copertine per neonati che sono nati nel frattempo, una nipotina vera ed uno acquisito ma a cui voglio un bene dell'anima (ciao Vale).
ho fatto una coperta matrimoniale a vari colori di cui spero di avere prima o poi le foto e che ho regalato per natale a mia sorella, che adora quelle coperte e che ne ha già due fatte da me. ne sto tra le altre cose facendo un'altra ad esagoni che vorrei provare a vendere per vedere se è un articolo che trova mercato perché mi piacerebbe tanto farne un piccolo commercio. ho fatto un paio di calzini per natale ad una cyberamica che vive a milano. ed altre cose così che mi tengono impegnata, attiva e soprattutto che contribuiscono a farmi sentire ancora utile e produttiva.
perché invece a livello personale le cose sono peggiorate. cammino sempre peggio, i dolori sono sempre presenti ed a volte soverchianti, i medicinali sempre più pesanti tanto che ora sono in cura da una terapista del dolore. al resto si è aggiunto lo strappo di un addominale che mi rende a volte difficile anche respirare.
e grazie a tutto questo m sento sempre più inutile: passo le mie giornate trascinandomi al lavoro, quando ci riesco e non devo rimanere a casa in malattia perché non riesco nemmeno a camminare o a guidare; le faccende di casa vanno a rilento e quando ci riesco pulisco la casa interamente in una settimana dividendomi in piccoli impegni le faccende. fortuna che la domenica quel santo che divide il mio letto mi aiuta facendo le cose più impegnative e pesanti.
e soprattutto sono stanca.
sono sempre, costantemente stanca, sempre assonnata, come se non dormissi mai abbastanza. anche la domenica in cui di solito dormo fino a tardissimo ( mi capita di svegliarmi anche verso le due a volte) dopo un paio di ore di veglia mi ritrovo di nuovo a ciondolare di sonno.
sono una specie di larva insonnolita che aspetta solo il prossimo momento in cui potrà rinfilarsi tra le lenzuola ed addormentarsi nuovamente.
fortuna che ogni tanto ci imponiamo su noi stessi e riusciamo ad avere anche una parvenza di vita sociale, ma di solito è solo nel fine settimana e sporadicamente.
speriamo che anche questa sia solo una fase della mia vita.
spero molto in questa estate: ho voglia di sole, di mare di lunghi bagni e di abbrustolirmi al sole.
l'anno scorso per una cosa o per l'altra non sono riuscita a vedere il mare nemmeno una volta ma quest'anno vorrei tanto tanto.
in ultimo una bella notizia: questa estate non potremo permetterci probabilmente una vera vacanza perché dobbiamo cercare casa e traslocare, ma in cambio LUI mi ha promesso che mi porterà a Londra per un fine settimana lungo, cosa che di per se è già un grandissimo regalo visto che sogno Londra da quando ero piccola e non ci sono mai riuscita ad andare.
ma oltre tutto ci andremo proprio nel periodo in cui c'è ancora la Doctor Who experience, e questo rischia di fare di me una donna estremamente felice.
a volte si riesce anche ad avere qualcosa di buon nella vita e bisogna saperselo godere.
alla prossima, e giuro che non farò passare così tanto tempo questo volta.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

L'amico a cui avevi chiesto di metterla in vendita su e-bay non ha ancora abbia fatto nulla di costruttivo in tal senso e se ne duole.

Scusa.

Anonimo ha detto...

la sciarpa è belissima! incredibilmente non conosco doctor who! ma prometto di rimediare, ne deve valere la pena se ne parli così!
bel post, grazie

wirowl

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero