venerdì 16 maggio 2008

Parlando di E-Bookers

oggi mi sento culturale quindi vi voglio parlare di un progetto che sto seguendo da un poco di tempo.
si tratta dell'evoluzione del E-book.
partiamo quindi dalle basi: per E-book si intende un supporto elettronico il cui utilizzo potrebbe essere equiparato a quello di un qualsiasi libro, se non fosse che è un supporto elettronico, è un oggetto unico e senza pagine, funziona a batterie, ha uno schermo su cui si legge e dei pulsanti per scorrere le pagine, accenderlo e spegnerlo, e altre amenità del genere.
Esistono già in commercio diversi dispositivi di questo genere, eReader Iliad di I-rex (una divisione della Philips), il Kindle di Amazon o il Sony PRS-505.
sarebbe veramente una grande cosa se riuscissero ad imporsi sul mercato questi giocattolini, anche perché portarsi dei gran tomi da leggere in metro è una cosa al quanto scomoda, mentre questi ameni oggettini hanno tutti più o meno le dimensioni di un libro di quelli tascabili, e sono al quanto user frendly, quindi adatti anche ai più rincoglioniti in campo tecnologico.
quale è allora l'ostacolo perché la loro corsa verso il successo provenda senza sosta?
be la cosa è complessa. il primo problema è sicuramente il costo di questi oggettini; tanto per darvi una idea:
eReader Iliad ,il prezzo in Italia è di 630, meno che dal distributore americano dicono, ma comunque altino.
Kindle di Amazon 399 euro (circa 279 euro), sembrerebbe più economico, se non fosse messo peggio a livello di resa fisica e limitato per il tipo di file di lettura e per il prezzo degli oggetti di scarico: a quanto pare è aperto solo a book di vendita amazon quindi con il resto ci fai il frullato.
Sony PRS-505 Disponibile ad un prezzo di 300 dollari, che in italiano sono circa 150 e più euro, un prezzo comunque contenuto, non abbiamo ancora un riscontro sul funzionamento dell'oggettino, ma pare che anche qui le magagne siano sulla limitazione di utilizzo dei file scaricati o scaricabili.
e comunque i prezzi non si possono dire esattamente economici: volessi fare come mio padre direi "cavolo, sono almeno trecentomila delle vecchie lire" al giorno d'oggi non vale più questo paragone (con il basso valore di acquisto dell'euro altro che la metà) ma comunque sono almeno un mese di spesa per me.
e comunque questa è solo la parte materiale del problema.
la parte più pressante, quella più squisitamente filosofica è che la gente sente di non potersi accostare ad un libro elettronico perché questo non è in credo di dare le stesse sensazioni di un vero libro. l'odore di stampa fresca sulle pagine sfogliate, la consistenza della carta sotto il dito mentre si sfoglia, il rito della scelta dettata anche dal gradimento della copertina, della sinossi o della presentazione dello scrittore.
tutte cose che vi posso assicurare essermi state dette da persone con cui ho scambiato opinioni sul fatto.
ci sarà di sicuro un momento in cui questa resistenza legata all'arcaico rapporto carnale con la pagina stampata verrà meno, già oggi alcuni giornali hanno optato per avere anche una versione su e-book mentre si sta discutendo sull'opportunità di usarli nelle scuole per sgravare i bambini dal peso dei libri ed i genitori dal peso dei prezzi degli stessi.
questa generazione di studenti che cresceranno con quel supporto non sentiranno il nostro attaccamento verso la carta, ma noi, potremo convertirci all'amata tecnologia e rinnegare così un patrimonio storico?
io sono in bilico, tra la mia ciclopica libreria e il desiderio per la tecnologia, attendo solo una spinta.
magari dal prezzo conveniente.

P.S.
come mi ha fatto notare chi ammetto ne sa più di me, visto che io mi sto avvicinando alla cosa solo di recente, l' iLiad 2nd Edition è passato da 630 e 599, mentre è uscito un iLiad in tutto e per tutto uguale ma senza connessione wi-fi, il Book Edition, a 499€. E il Cybook costa 339€.(copio pari pari le tue parole Antonio, spero non ti dispiaccia).
sembra quindi che la mia speranza piano piano vada concretizzandosi, quella di un prezzo accessibile intendo, per quella di una maggiore diffusione c'è temo ancora da spettare, solo ieri sera parlando con amici della cosa le opposizioni che venivano fuori erano quelle fatte all'inizio del post: le sensazioni che da un libro non sono equiparabili e non sono rinunciabili.
comunque per chi volesse maggiori informazioni e un sito molto ben fatto e interessante si può connettere a questo indirizzo
http://store.simplicissimus.it
io stessa mi sono iscritta oramai da un poco al suo forum e le cose che ne vengono fuori sono molto interessanti.

1 commento:

Antonio Tombolini ha detto...

Beh, nel frattempo il prezzo di iLiad 2nd Edition è passato da 630 e 599, mentre è uscito un iLiad in tutto e per tutto uguale ma senza connessione wi-fi, il Book Edition, a 499€. E il Cybook costa 339€. Tutto su Simplicissimus:
http://store.simplicissimus.it

Scusa per la spammata, ma avevi chiesto tu "una spinta", no? :)

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero