martedì 16 ottobre 2007

l'imperscrutabile disagio dell'anima

sono giorni di cambiamenti.
cambia il tempo, e finalmente sembra che il brutto giunga e porti con se un poco di sano freddo, di quello che ti fa desiderare che torni il caldo, che arrivi di nuovo l'estate.
cambia la vita di mia sorella che finalmente dopo quasi venti anni di università riesce a laurearsi anche se ancora l'aspetta il periodo d'internato.
e cambio anche io, anche se non so se in meglio o in peggio; mi sento in questo momento apatica e poco incline al movimento ma sento che dentro di me cova il cambiamento, tutto sta a capire cosa vuole cambiare, perché io ancora non sono riuscita a capirlo.
me lo chiedo dall'ultima seduta con Stefano, quando il nervosismo era così palese da essere quasi ridicolo, ma il motivo mi era oscuro e lontano, e me lo sono chiesto ogni giorno da allora ma ancora una risposta non sono riuscita a darmela.
sento che c'è qualcosa che reclama una vita, che vuole uscire e concretizzarsi, ma non riesco a capire di cosa si tratti: sono in qualche modo turbata dai mutamenti che vedo nella vita di mia sorella e che collidono con quelli che invece non riesco ad attuare nella mia?
o come ha suggerito mau, sono irritata dalla mancanza di mutamenti nella vita di mau mentre io vorrei che ci fossero nella mia?
però se ci penso nessuna delle due ipotesi mi da un qualche tipo di segno, un impressione di possibilità. nessuna delle due mi disturba più di tanto, una perché oramai lontana dalla mia vita e quindi non più influenzante sia nelle scelte che nelle cose di ogni giorno.
l'altra perché è una scelta che è fatta con coscienza, e che io rispetto in quanto riguarda la sua vita ed è giusto che se da me devono venire consigli se richiesti, non vengano nessun tipo di imposizioni perché è importante il rispetto della vita dell'altro.
allora da dove viene questa irrequietudine che mi agita?
non riesco a capire e spero che domani, sondando si riesca a trovare il bandolo di questa matassa, altrimenti mi attende un'altra settimana di insoddisfazione e di domande.

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero