giovedì 27 settembre 2007

ancora caldo

Ed eccoci qui a sperare di nuovo che arrivi l'inverno.
siamo praticamente ad ottobre, il giorno si viaggia tranquillamente a mezze maniche e se ci si muove troppo si suda, la sera si potrebbe mettere un maglioncino di cotone, ma non è indispensabile, la notte, un leggero lenzuolo basta ed avanza.
si parla di peggioramenti, di arrivo della brutta stagione, di alluvioni al nord, nevicate ad alta quota, ma sembra tutto così distante in un clima di lento e caldo autunno, che non promette certo un inverno più rigido di quello dell'anno scorso.
mi ricordo due estati fa, quando l'ondata di caldo anomalo fece tremare tutti: si pensava che una estate così torrida avrebbe aperto le porte ad un inverno estremamente rigido e disastroso.
disastroso l.o fu davvero: caldo estivo in pieno dicembre, si girava a mezze maniche anche vicino a natale, io non ricordo di aver messo i maglioni più di una decina di giornate in tutto, e forse esagero.
e questo inverno? vorrei tanto il freddo, vorrei mettere maglioni pesanti, sciarpe, cappelli, vorrei usare il piumone a letto, vorrei calzini spessi e cioccolate calde.
ma soprattutto credo che la terra vorrebbe una coltre di neve, uno strato di ghiaccio, precipitazioni abbondanti, freddo e riposo per i germogli.
mi sento stancata da questo prolungato bel tempo, come se anche io avessi bisogno del sano riposo invernale, del letargo della pelle, del sonno del sole, che illumina debolmente e si allontana.
invece siamo qui, nei torridi 27 gradi di un'estate che non vuole saperne di andarsene, non vuole smettere di scaldarci, di essiccarci, di farci sudare ed evaporare, di esaurirci.
mi mancano i pomeriggi, o le sere, accoccolata sul divano, con la tutona calda, la copertina sulle gambe un buon libro e un bel filmino alla tele.
mi manca il desiderio di accoccolarmi al petto del mio ragazzo, alla ricerca di calore e coccole.
anche fisicamente ci sentiamo respinti dal calore dell'altro, nella notte desiderosa di fresco, ci isoliamo e allarghiamo sul materasso alla disperata ricerca di uno spazio fresco, come di giorno desideriamo un filo di vento che ci rinfreschi e rechi sollievo.

Nessun commento:

17 Novembre giornata internazionale del Gatto Nero